XXIII anniversario della morte del Giudice Rosario Livatino per mano mafiosa

(ANSA) – CANICATTI’ (AGRIGENTO), 21 SET – Ricorre oggi il 23° anniversario dell’assassinio del giudice Rosario Livatino, assassinato dalla mafia, ricordato a Canicattì e Agrigento con una funzione religiosa e un omaggio alla stele in contrada Gasena sulla SS 640 Porto Empedocle-Caltanissetta dove venne ucciso. Per iniziativa delle associazioni “Tecnopolis” ed “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino” nella chiesa di San Domenico di Canicattì si è svolta una funzione religiosa seguita dall’omaggio floreale alla stele, fatta erigere dai genitori di Livatino, che ne ricorda il barbaro assassinio. Per Livatino “martire della giustizia e, indirettamente, della fede” (Giovanni Paolo II, 9 maggio 1993 Agrigento) è stata avviata la fase introduttiva del processo diocesano di canonizzazione. (ANSA).

Grasso: «Il giudice Livatino ha pagato con la vita l’amore per la verità»

Le foto della commemorazione

Il video e le testimonianze